top of page

CAPIRE E CALCOLARE LA SUPERFICIE ABITABILE DELLA MIA PROPRIETÀ

Fonte ; Immovision


COS'È LA ZONA GIORNO?

La zona giorno rappresenta la superficie complessiva dei locali di un immobile in cui è possibile svolgere le consuete attività del vivere quotidiano. È definito dall'articolo R. 111-2 del Codice dell'edilizia e dell'edilizia abitativa.


È importante notare che non tutte le parti di un immobile vengono prese in considerazione nel calcolo della superficie abitabile. Le stanze da includere devono avere un'altezza minima del soffitto di 1,80 m. Quelli sono:


Camere da letto

Soggiorno e soggiorno

Sala da pranzo

Cibo

Bagni e docce

Altri importanti spazi abitativi come uffici, sale giochi, biblioteche, ecc.

Tuttavia, alcune parti della proprietà sono escluse dal calcolo della superficie abitabile. Questi includono in particolare:


Armadi e vani portaoggetti

Sottotetto al grezzo

Spazi esterni come terrazzi, balconi e giardini.

Queste aree non sono considerate spazi abitativi utilizzabili quotidianamente.


DIFFERENZA TRA ZONA GIORNO E ZONA LEGGE CARREZ

Oltre allo spazio abitativo, potresti anche incontrare il termine "superficie della legge Carrez" quando acquisti una proprietà condominiale.


Si tratta di una misura specifica che riguarda i lotti privati. Ha lo scopo di garantire la tutela degli acquirenti fornendo loro informazioni precise sulla superficie del/i lotto/i che stanno acquistando. Non si applica alle singole abitazioni a meno che non siano nuove o in comproprietà orizzontale. Vengono conteggiate solo le aree con un'altezza del soffitto di 1,80 m.


È importante notare che la superficie della legge Carrez esclude alcune parti del lotto, quali muri, tramezzi, balconi e terrazzi, feritoie di porte e finestre, vani di servizio, cantine e parcheggi. Non si tiene conto, inoltre, di lotti o frazioni di lotti inferiori a 8 mq non integrati nell'abitazione.


A differenza della zona giorno, la zona legge Carrez comprende la cantina, il sottotetto e il sottotetto (anche al grezzo) e le verande. Tuttavia, questi locali devono essere chiusi e coperti e con un'altezza del soffitto superiore a 1,80 m.


METODO DI CALCOLO DELLA ZONA GIORNO

Il calcolo della superficie abitabile di un immobile si basa su un metodo generale. Ecco i passaggi per eseguire questo calcolo:


Leggi anche: Come funziona l'autofinanziamento immobiliare?

1. MISURA DELLE DIMENSIONI

Inizia misurando le dimensioni di ogni stanza principale - lunghezza e larghezza - escludendo le stanze con un'altezza del soffitto inferiore a 1,80 metri. Quindi calcola l'area moltiplicando la lunghezza per la larghezza.


Per parti di forma complessa, dividere in più sezioni per semplificare il calcolo.


2. ESCLUSIONE DI AREE NON ABITABILI

Una volta ottenute le dimensioni dei vani principali si possono escludere le parti non abitabili. Come promemoria, questo include corridoi, corridoi, ripostigli, soffitte non finite, ripostigli, nonché spazi esterni come terrazze e balconi.


3. AGGIUNTA DI SUPERFICI

Infine, somma le aree di tutte le stanze principali per ottenere la superficie abitabile totale dell'immobile.


SPECIFICITÀ DELLA SUPERFICIE DELLA LEGGE DI CARREZ

Il calcolo dell'area di legge Carrez per un immobile condominiale richiede un metodo specifico. Misurare i lotti privati ​​escludendo le parti comuni, e tenere conto della sola superficie orizzontale dei solai dei locali principali con altezza superiore a 1,80 m.


Escludere elementi quali muri, tramezzi, scale e aperture di porte e finestre, nonché lotti con superficie inferiore a 8 m², ma aggiungere la cantina, il sottotetto, il sottotetto e le verande.


Sommando le superfici dei lotti privati ​​si ottiene la superficie della legge Carrez.


SUGGERIMENTI E PUNTI IMPORTANTI

Quando si effettuano i calcoli dello spazio abitativo o della legge Carrez, si consiglia di rivolgersi a professionisti come esperti immobiliari o geometri. La loro competenza ti garantirà misurazioni precise e affidabili e ti eviterà di incorrere in responsabilità in caso di errore di calcolo.


Inoltre, è fondamentale verificare che i propri calcoli siano conformi a specifiche normative regionali e/o locali. Alcune regioni possono avere regole aggiuntive per quanto riguarda il calcolo delle aree. Si consiglia di verificare con le autorità locali o professionisti del settore immobiliare per garantire il rispetto di tutte le normative applicabili.


Oltre alla zona giorno, esistono altre categorie di aree regolamentari. Alcuni sono rilevanti per gli acquirenti, altri sono utilizzati principalmente nel campo della pianificazione urbana, mentre altri sono specificamente correlati

0 visualizzazioni0 commenti

Opmerkingen


bottom of page